P3 foto ragazza abbraccio

P3

1. L’azienda
Forte di un’esperienza di tre generazioni nel mondo dei canali aria, P3 nasce a Padova nel 1989. L’azienda si presenta al mercato da subito con una grande innovazione per il settore: l’utilizzo di pannelli in alluminio preisolato per la realizzazione delle condotte per la distribuzione dell’aria condizionata all’interno di ospedali, strutture ricettive e sportive, edifici commerciali e direzionali, industrie, ecc.
Il cambiamento è epocale, al posto della tradizionale lamiera zincata viene proposto a progettisti, canalisti e installatori un nuovo prodotto che, grazie all’utilizzo di pannelli sandwich costituiti da un componente isolante in poliuretano espanso rigido rivestito su entrambi i lati con lamine di alluminio, assicura prestazioni tecniche, costruttive ed economiche nuove e più elevate. P3 non si ferma qui e, grazie a un continuo processo di ricerca e sviluppo, trasforma il prodotto in un vero sistema articolato anche su accessori, macchinari, utensili e know-how necessari per la costruzione e l’installazione a regola d’arte dei canali.
Nasce così P3ductal.

2. L’esigenza di sostenibilità
Il percorso di sostenibilità P3 affonda le radici già nel vecchio millennio.
Non nasce da un’esigenza contestuale precisa o da un obbligo di legge cogente. Nasce dalla sensibilità dell’azienda nel percepire un segnale debole di evoluzione del mercato ovvero la tendenza, dimostratasi realtà negli ultimi anni, di una crescente attenzione da parte del mondo dell’edilizia e di tutti i settori ad essa collegati, quindi anche quella degli impianti meccanici e di climatizzazione in particolare, agli aspetti di eco-sostenibilità.
Una tendenza che inizialmente poteva essere interpretata come “moda” o come un elemento differenziale secondario ma che poi si è rivelata, soprattutto per le grandi opere, determinante per l’aggiudicazione di appalti che oggi danno sempre più peso alle prestazioni ambientali.

3. La risposta dell’azienda
La risposta P3 non è un’attività di reazione a un contesto ma un percorso pro attivamente studiato di anticipazione dei tempi e di creazione di un vantaggio competitivo che nel tempo ha dimostrato tutto il suo potenziale.
Il tutto nasce, ovviamente, da un processo di innovazione tecnologica: Hydrotec.
L’innovazione segnerà un punto di svolta non solo per il mercato dei canali aria ma per il più generale settore dei poliuretani espansi rigidi in quanto introduce una tecnologia che utilizza solo l’acqua per l’espansione del poliuretano.
Anticipando così le future e rigide normative che bandiranno l’uso dei gas fluorurati a effetto serra, P3 elimina dal ciclo produttivo non solo i CFC e gli HCFC ma anche gli HFC e gli HC.
Conseguenza immediata di questa rivoluzione è l’azzeramento del GWP e dell’ODP ovvero la garanzia di un impatto ambientale praticamente nullo.
L’innovazione tecnologica da sola non è sufficiente. Per comprovare la sostenibilità ambientale dei canali aria realizzati con il sistema P3ductal con tecnologia Hydrotec servono i numeri, servono i test di laboratorio, serve validare le prestazioni.
Si avvia così un percorso di analisi LCA (Life Cycle Assessment) che rappresenterà la base per l’ottenimento, nel 2009, della dichiarazione ambientale di prodotto EPD.
Il cerchio si chiude nel 2011-12 con l’analisi del contributo di P3ductal in ottica LEED e con un approfondito studio LCC (Life Cycle Costing).

4. La comunicazione
Tutta l’attività tecnica, tecnologica e produttiva svolta in questi anni dall’azienda viene puntualmente sostenuta da un piano di comunicazione articolato. Un piano di comunicazione multicanale (ovviamente utilizzando i canali tipici del mondo B2B), destinato a target diversi e particolarmente attento anche alla componente interna soprattutto sul versante della formazione della rete vendita e del personale di contatto.
Il piano di comunicazione presenta un orizzonte naturalmente pluriennale, ma con una forte componente adattativa, soprattutto sul piano dei contenuti, al fine di poter recepire rapidamente gli aggiornamenti tecnici e normativi nonché tutti i feedback che arrivano dal mercato.
L’obiettivo principale resta comunque chiaro e fermo: trasformare una grande massa di dati complessi in informazioni puntuali e specifiche ma allo stesso tempo facilmente fruibili e in grado, anche tramite una componente emozionale, di aumentare la reputazione dell’azienda e influire positivamente sulla scelta da parte dei target elettivi (progettisti e installatori termotecnici). I filoni seguiti sono numerosi:

campagne di advertising su riviste specializzate
documentazione commerciale
documentazione tecnica
documentazione di divulgazione culturale
seminari e road show
formazione interna
ufficio stampa
fiere ed eventi
sito internet

Per tutti gli strumenti le scelte creative sono sobrie e pulite e puntano a creare empatia e impatto emotivo senza però puntare al sensazionalismo o alla vuota affermazione di una posizione forte.
Le scelte creative e di comunicazione vengono definite a supporto dell’evidenza tecnica, in modo da rendenderla comprensibile e distitintiva per i diversi destinatari, senza creare artificiosamente nuove argomentazioni di vendita.
Il mercato ha risposto molto positivamente e oggi, anche grazie a questa svolta “green”, P3 è riconosciuta come un’azienda di riferimento a livello mondiale nel settore dell’impiantistica aeraulica.